Cerca
  • AmicoAvvocato

Il nuovo condomino deve pagare i vecchi debiti del condominio?


Può capitare che il nuovo proprietario di un appartamento si veda richiedere il pagamento da parte di terzi esterni al condominio di spese deliberate prima che questi divenisse condomino.

In questo caso, il nuovo condomino è tenuto a pagare?

La Cassazione, con l'ordinanza n. 12580/2020, richiamandosi ad un già consolidato orientamento giurisprudenziale (Cass. Civ., SS.UU., n. 9148/2008; Cass. Civ., n. 1847/2018) ha stabilito che non può essere obbligato in via diretta verso il terzo creditore, neppure per il tramite del vincolo solidale ex art.63 disp. att. c.c., chi non fosse condomino al momento in cui sia insorto l'obbligo di partecipazione alle relative spese condominiali, nella specie per l'esecuzione di lavori di straordinaria amministrazione sulle parti comuni, ossia alla data di approvazione della delibera assembleare inerente i lavori.


Quindi, l'appaltatore di lavori edili non potrà agire direttamente contro il nuovo condomino se la spesa era stata deliberata prima che questi divenisse condomino. Resta invece inteso che il nuovo condomino sarà sempre tenuto a pagare al condominio la propria quota di spese, anche per lavori od opere deliberate prima del suo subentro.


1 visualizzazione0 commenti